Il progetto ‘Giovani donne in fiore’ è stato ideato per poter creare un percorso ed un ambiente ideale per le bambine che andranno incontro al primo ciclo mestruale. Sono previste cinque tappe in quattro giornate: la prima solo per le mamme, nell’ultima uno spazio è dedicato a mamme e bambine insieme e le restanti per le sole preadolescenti.

La comparsa della prima mestruazione costituisce il primo segno tangibile per la ragazza che si è verificato un cambiamento all’interno del proprio corpo. È un momento estremamente delicato, che condizionerà tutta la sua sessualità ed i cicli che seguiranno fino alla menopausa.

Il menarca é un evento che contribuisce alla strutturazione dell’identità di persona: rappresenta anzitutto il momento biologico in cui viene sancito il passaggio dall’infanzia all’adolescenza, in cui la consapevolezza di essere “diventata una donna”, rimandata dall’ambiente, può determinare una “crisi d’identità”, comporta infine un mutamento profondo nei rapporti con l’altro sesso giacché accompagna la possibilità teorica di procreare.

Da questi punti si può comprendere la rilevanza del ruolo dell’imprinting sociale ed emozionale di questo importante cambiamento. È fondamentale prima di tutto come questo momento viene accolto dalla madre e poi dagli altri componenti dell’ambiente sociale. Il messaggio trasmesso influirà su come la ragazza si percepirà come donna, come madre, come parte di una coppia e come andrà incontro alla sessualità più matura.

L’Ostetrica in quanto figura professionale che “tutela la dignità e promuove la salute femminile in ogni età…” può contribuire in modo sostanziale all’educazione dell’adolescente per poter vivere serenamente il menarca, iniziando fin da subito a tutelare e sostenere questa giovane donna nella sua crescita.

L’obiettivo che si propone questo progetto è quello di rendere l’evento del menarca per la bambina e per la sua famiglia un evento sereno e naturale.

 

Il corso ‘Giovani donne il fiore’ è aperto alle bambine tra 9 e 12 anni, i posti disponibili sono 15.

Si tratta di un percorso in 5 tappe distribuite nei due week-end del 25 e 26 Febbraio e dell’11 e 12 Marzo.

Al primo incontro parteciperanno le sole mamme, si cercherà di scoprire assieme la loro idea di mestruazioni ed il loro vissuto a riguardo per comprendere  quale messaggio di femminilità trasmettono alle proprie figlie. Le mamme potranno conoscere l’ostetrica e l’ostetrica le bambine attraverso gli occhi delle madri.

Il secondo incontro è con le sole bambine ed ha il fine di creare un gruppo affiatato e di iniziare a lavorare sul concetto di cambiamento e ciclicità. Gli strumenti utilizzati saranno l’arte ed un lavoro creativo su una favola con un messaggio molto speciale.

Nel terzo incontro si lavorerà con le sole bambine sul loro concetto di mestruazione. Attraverso giochi, storie e brainstorming guidati verranno fornite informazioni riguardanti la fisiologia del corpo e l’affettività, rispettando il livello di maturazione delle bambine.

Nel quarto incontro con le sole bambine si metterà al centro il corpo, la presa di coscienza delle sue parti ed il rilassamento. Verranno forniti strumenti utili su come ascoltarlo e come gestirlo al momento dell’arrivo delle mestruazioni.

L’ultima tappa del percorso prevede la presenza sia delle madri che delle figlie per accompagnare un momento simbolico di trasmissione da madre a figlia dell’importanza del prendersi cura di sé e del proprio corpo. Un’esperienza che stende le basi per un rapporto più profondo fra la madre e la donna che la figlia diverrà.

COSTI – 50 euro per il singolo week-end e 85 per entrambi.

Gli incontri saranno condotti da Francesca Catelli, giovane ostetrica che nel suo percorso di studi si è particolarmente interessata ed avvicinata all’argomento delle mestruazioni. Dopo aver riflettuto a lungo sulla sua prima mestruazione, sulle mestruazioni in generale e sul rapporto con la società ha scritto due tesi sull’argomento, una per la laurea triennale e l’altra per un corso di specializzazione. Dopo questo lavoro interiore molto profondo ed importante per lei, ha deciso di creare un progetto che le permettesse di condividere la sua esperienza e allo stesso tempo di aiutare mamme e bambine.

Il ciclo di incontri che propone ha già avuto diverse edizioni con giornate ricche, intense, divertenti, vive, creative ed emozionanti in cui la scrittura creativa, il teatro, l’arte, il gioco e il cucito sono stati strumenti importanti.

Clicca per visualizzare la locandina del corso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *